Black Boy

Black Boy è un romanzo dello scrittore statunitense di origine afroamericana, Richard Wright. Di matrice autobiografica, racconta l’infanzia dell’autore nel sud degli Stati Uniti (fra Mississippi, Arkansas e Tennessee) durante gli anni della segregazione razziale, all’inizio del ventesimo secolo. Sullo sfondo i linciaggi del Ku Klux Klan, la totale mancanza di giustizia, le esecuzioni sommarie perpetrate dai bianchi sui neri. A partire da questo romanzo, Jérôme Imard ha ideato una particolarissima trasposizione teatrale, in cui mescola con maestria tre linguaggi: parola, musica e immagine.

Regia, adattamento e interpretazione di Jérôme Imard – composizione musicale, esecuzione (guitar lapsteel) e canto di Olivier Gotti – illustrazioni dal vivo di Benjamin Flao – collaborazione artistica di Eudes Labrusse – coproduzione Théâtre du Mantois et Festival Blues sur Seine – con la collaborazione di Spedidam e di Collectif 12 – versione italiana realizzata in collaborazione con Teatro Sociale di Gualtieri – traduzione del testo dal francese di Chiara Zambelli.

Ricerca

Cosa
Quando