ENERGIE NUOVE IN CENTRALE

Venerdì 12 ottobre, dalle 10:00 alle 17:00
Open Day – Laboratorio Aperto Modena, a cura di Fondazione Brodolini
Il nuovo Laboratorio Aperto di Modena di prossima inaugurazione apre le porte in anteprima alla città per mostrare i locali dell’edificio recentemente ristrutturato dal Comune di Modena e cominciare a raccontare le attività, i programmi e le attività che vi saranno svolti all’interno dal soggetto gestore, Fondazione Brodolini.
Il programma della giornata si articola nel modo seguente:

  • Info point e tour

Lo staff del centro sarà a disposizione dei visitatori tutto il giorno (con orario 10.00-17.00) per illustrare le attività future del Laboratorio Aperto e mostrare con brevi tour l’edificio ristrutturato e restituito alla città.

  • Allestimento interattivo

Piccolo spazio dimostrativo e interattivo con alcune delle tecnologie che costituiranno una parte integrante dell’offerta del Laboratorio Aperto e che consentono una fruizione immersiva e dinamica di spettacoli e beni culturali.

  • Incontro con stakeholder

Sono molte le organizzazioni che sul territorio lavorano da anni sui temi del Laboratorio Aperto: l’Open Day sarà l’occasione per incontri ristretti su invito con molte di queste realtà con le quali avviare proficue collaborazioni all’interno del Laboratorio.

  • Presentazione del laboratorio

Sarà organizzata una presentazione a porte chiuse in anteprima delle attività del Laboratorio Aperto a un gruppo selezionato di invitati e stakeholder della città.

Sabato 13 (alle 21:00) e domenica 14 ottobre (alle 18:00)
Le strade invisibili
Una mise en espace costruita per l’occasione, per raccontare attraverso lo spazio recuperato dell’ex Centrale AEM il groviglio di strade, vie, reti che corre sotto i nostri occhi. Lo scheletro vitale e frenetico delle nostre città.
Mise en espace scritta per l’occasione dal drammaturgo Emanuele Aldrovandi e con Donatella Allegro, Michele Dell’Utri, Simone Francia, Diana Manea, Eugenio Papalia, Franca Penone, accompagnati dal musicista Filippo Zattini, e insieme agli allievi della Scuola di teatro Iolanda Gazzerro – laboratorio permanente per l’attore.
Ingresso libero con prenotazione obbligatoria.

Domenica 14 ottobre, alle 21:00
Moderneide. Oggidiani o misoneisti?
L’infinita diatriba tra tradizione e novità, tra “apocalittici e integrati”, tra le ragioni del passato e quelle del futuro, ripercorsa ironicamente in un recital con Lino Guanciale.
Lino Guanciale omaggia Modena con un recital tutto dedicato alla discussione interminabile, appassionata e spesso accesissima tra chi sostiene le ragioni di ieri e chi difende quelle di domani.
Ingresso libero con prenotazione obbligatoria

Sabato 13 (16:30-19:30) e domenica 14 ottobre (11:00-13:00 e 15:00-17:00)
Modena e la letteratura
Un’istallazione in forma di lettura per scoprire, ascoltando i brani più affascinanti di scrittori legati a Modena, gli spazi dell’ex Centrale AEM.
Un fine settimana di aperture straordinarie del Laboratorio Aperto all’ex Centrale AEM Modena, che per l’occasione prenderà vita come fosse l’antologia d’eccezione delle più belle pagine nate dalla fantasia, dall’ironia e dall’intuizione degli scrittori modenesi. Un omaggio all’energie creative della città, con la forza travolgente dei giovani allievi attori della Scuola di teatro Iolanda Gazzerro, diffusi per lo spazio ad allietare i visitatori.
Ingresso libero.

A partire dal 6 ottobre, sarà possibile ritirare i biglietti gratuiti presso la biglietteria del Teatro Storchi negli orari di apertura. Sarà anche possibile prenotarli scrivendo all’indirizzo mail biglietteria@emiliaromagnateatro.com.

Per maggiori informazioni: http://modena.emiliaromagnateatro.com/le-strade-invisibili-una-centrale-due-giorni-tre-eventi

Ricerca

Cosa
Quando