Torna alla ricerca

NASTAGIO DEGLI ONESTI – il Trittico

Natura e arte nel cuore del patrimonio naturalistico cantato dall’Alighieri: la Pineta di Classe. Luogo fondante dell’identità ravennate che per la sua bellezza fu preso a modello per la descrizione del Paradiso Terrestre. Trent’anni più tardi sarà Giovanni Boccaccio a tornare sulle orme del maestro in quegli stessi luoghi. Proprio la Pineta di Chiassi è al centro di una delle più straordinarie novelle del Decameron, quella di Nastagio degli Onesti. Il giovane Nastagio, proveniente dalla nobile famiglia ravennate degli Onesti, si innamora della figlia di Paolo Traversari, proveniente da una famiglia ancora più nobile, la quale, fiera della propria bellezza e nobiltà, rifiuta il suo amore. Dopo aver dilapidato inutilmente un enorme patrimonio familiare nel tentativo di impressionarla, preso dai sentimenti di un amore impossibile, Nastagio pensa al suicidio, ma poi segue il consiglio di amici e parenti e, per dimenticare la donna, si allontana da Ravenna. Un venerdì, inoltratosi a passeggiare nella pineta di Classe… Boccaccio stravolge la connotazione della pineta: da luogo paradisiaco la trasforma in un setting oscuro e inquietante, perfetto per una caccia infernale.

 

Nastagio degli Onesti  – il Trittico propone tre appuntamenti e un pranzo :

7 agosto – 21:0023:00 Nastagio, Racconto Notturno

Alla riscoperta di un capolavoro della letteratura con il piacere del racconto intimo, da pochi a pochi,  ascoltando una storia al buio, in religioso silenzio, col fiato sospeso. L’ adattamento ( durata 30 minuti), riscritto da Iacopo Gardelli e interpretato da Lorenzo Carpinelli, e Flaminia Pasquini Ferretti prenderà vita nel folto della Pineta di Classe, per un pubblico ristretto, e sarà arricchito dagli effetti sonori di Giacomo Bertoni. Una passeggiata notturna è necessaria per raggiungere il luogo della rappresentazione.

8 agosto – 10:0012:00 Nagisto degli Onesti, con Fagiolino scudiero, a cura di Teatro del Drago/ Famiglia d’Arte Monticelli, del museo La casa delle Marionette

Una storia diversamenteraccontata molto liberamente ispirata alla novella Nastagio degli onesti di Boccaccio, gentilmente ospitata dal Sommo poeta nel girone infernale. Spettacolo gioco itinerante che si concluderà con il grande banchetto nuziale.

8 agosto – 9:0011:00 In cammino da Dante a Boccaccio

Il Cammino di Dante è il primo e più completo percorso escursionistico in tema dantesco nato sul territorio tosco-emiliano e romagnolo. Il percorso si snoda in totale  per 395 km tra Ravenna e Firenze, il nostro appuntamento riguarda l’ultima tappa: dalla Chiusa di San Marco – che raccoglie le acque del Montone e quindi dell’Acquacheta – alla Pineta di Classe (4 km).

Il pubblico che prenota Il Grande pranzo degli onesti (8 agosto – 12:3015:00) avrà in omaggio, previa prenotazione, l’iscrizione a uno degli altri eventi del Trittico (Nastagio, racconto Notturno; Nagisto degli Onesti con Fagiolino scudiero; In cammino da Dante a Boccaccio).

 

Contatti

Sito web
Web
Telefono
335 7887618
Email
comunicazione@trailromagna.eu
Cosa
Quando