TEATRO ANGELO MASINI

Foto di Andrea Scardova (Fototeca Istituto beni culturali Regione Emilia-Romagna)
Foto di Andrea Scardova (Fototeca Istituto beni culturali Regione Emilia-Romagna)
Foto di Andrea Scardova (Fototeca Istituto beni culturali Regione Emilia-Romagna)
Foto di Andrea Scardova (Fototeca Istituto beni culturali Regione Emilia-Romagna)

Nel 1780, a Faenza, l’Accademia dei Remoti ottiene il permesso di costruire un nuovo teatro nella piazza della Molinella. Tra ritardi e difficoltà economiche la costruzione, su progetto dell’architetto faentino Giuseppe Pistocchi, ha termine sette anni dopo. L’edificio viene inaugurato il 12 maggio del 1788 con la rappresentazione di due balletti e dell’opera “Caio Ostilio” di Giuseppe Giordani.
La cavea presenta il consueto schema a ferro di cavallo ma ha una peculiarità che la apparenta a teatri illustri, come quelli delle reggie di Caserta e Versailles o come l’Olimpico di Vicenza. Ognuno dei quattro ordini di palchi ha infatti una conformazione particolare, sottolineata dalle raffinate decorazioni di Antonio Trentanove: il primo è suddiviso da colonne pestane, il secondo da colonne corinzie con un parapetto scandito da bassorilievi, il terzo è caratterizzato da balustrine, il quarto è intervallato da statue addossate a pilastrini.

Nel 1903 lo stabile viene intitolato al forlivese Angelo Masini, il “Tenore angelico” ammirato da Verdi, che per tante stagioni cantò a Mosca e San Pietroburgo. Nonostante i numerosi interventi di restauro, l’ultimo dei quali datato 1990, il Teatro ha mantenuto intatta la funzionalità originale: graticciate e attrezzerie di scena sono ancora quelle originali ottocentesche.
La gestione attuale è affidata dal Comune di Faenza ad “Accademia Perduta / Romagna Teatri”, il centro di produzione diretto da Ruggero Sintoni e Claudio Casadio, attivo dal 1982 con spettacoli rivolti ai più giovani, tematiche imperniate sull’impegno civile e importanti collaborazioni dentro e fuori i confini nazionali. Oltre alla prosa, drammatica e comica, il cartellone contempla danza, operetta e concerti musicali. Il Ridotto ospita incontri con artisti e rassegne a tema.

TEATRO ANGELO MASINI - Piazza Nenni-Molinella, 3 - 48018 Faenza (RA)
Visualizza su google maps
di Oscar Wilde - regia di Ferdinando Bruni e Francesco Frongia
Il circo/danza della Compagnia Libertivoire
uno spettacolo di teatro musicale di e con Simone Cristicchi - musiche di Simone Cristicchi - produzione Promo Music, in collaborazione con ATER Emilia-Romagna
Tel Aviv experience Iconic performance – Dj set
Lorenzo Meo, pianoforte
operetta di Ralph Benatzky e Roberto Stolz - con Elena D'Angelo
dall'omonimo film di Elio Petri - sceneggiatura di Elio Petri e Ugo Pirro - drammaturgia di Paolo Di Paolo - regia di Claudio Longhi - con Donatella Allegro, Nicola Bortolotti, Michele Dell’Utri, Simone Francia, Lino Guanciale, Diana Manea, Eugenio Papalia - produzione Emilia Romagna Teatro Fondazione
  • 15 maggio 2019 - 16 maggio 2019
spettacolo per attori e pupazzi - testo e regia di Danilo Conti e Antonella Piroli - con Danilo Conti - produzione Compagnia Tanti Cosi Progetti - consigliato dai 5 anni

Info

Piazza Nenni-Molinella, 3 - 48018 Faenza (RA)
0546 21306
teatromasini@accademiaperduta.it
Web

Scheda

Anno di costruzione
1788
Anno inizio attività
1788
Secolo costruzione
XVIII
Sale
1
Posti
498
Proprietà
Pubblico
Programmazione
PROSA, DANZA, TEATRO RAGAZZI
Dati storici
Scheda IBC