TEATRO COMUNALE DANTE ALIGHIERI

Foto di Andrea Scardova (Fototeca Istituto beni culturali Regione Emilia-Romagna)
Foto di Andrea Scardova (Fototeca Istituto beni culturali Regione Emilia-Romagna)
Foto di Andrea Scardova (Fototeca Istituto beni culturali Regione Emilia-Romagna)
Foto di Andrea Scardova (Fototeca Istituto beni culturali Regione Emilia-Romagna)

Nel 1838, in una città che già da tre secoli vantava una vivace attività scenica e numerosi edifici adibiti allo spettacolo, l’Amministrazione comunale di Ravenna avviò la costruzione di un nuovo teatro nella centrale piazzetta degli Svizzeri. Il progetto fu affidato ai giovani architetti veneziani Tomaso e Giovan Battista Meduna, che avendo da poco rinnovato la Fenice trasferirono nella città romagnola un impianto neoclassico analogo.
La sala, di forma tradizionalmente semiellittica, presentava in origine quattro ordini di venticinque palchi, più il loggione. La platea, disposta su un piano inclinato, era meno estesa di quella attuale, a vantaggio del proscenio e della fossa dell’orchestra.
Le decorazioni furono affidate ai pittori veneziani Giuseppe Voltan e Giuseppe Lorenzo Gatteri, con l’aiuto di Pietro Garbato per gli elementi in legno e cartapesta e di Carlo Franco per le dorature.
Il 15 maggio 1852, intitolato al poeta Dante Alighieri (le cui spoglie riposano in città), il Teatro venne inaugurato con un’opera di Giacomo Meyerbeer, “Roberto il diavolo”, e con l’étoile Augusta Maywood che danzò ne “La zingara”.

Fino alla chiusura per restauri del 1959 il palcoscenico fu calcato dagli attori di prosa più celebri (tra gli altri, Marta Abba, Vittorio Gassman, Emma Gramatica, Ermete Novelli, Salvo Randone ed Ermete Zacconi) e dai migliori cast della produzione lirica, che portarono alla ribalta le opere della tradizione italiana, da Verdi a Puccini.
Dopo la riapertura, nel ’67, l’“Alighieri” è rimasto aperto fino al ’91, quando sono stati effettuati gli ultimi di una lunga serie di interventi di adeguamento resisi necessari nel corso del Novecento.
Gestito dalla Fondazione Ravenna Manifestazioni, promossa dal Comune, tra autunno e primavera il Teatro organizza stagioni concertistiche, liriche, di balletto e di prosa (con progetti seminariali rivolti alle scuole del territorio), mentre in estate ospita i principali eventi operistici di “Ravenna Festival”.

TEATRO COMUNALE DANTE ALIGHIERI - Via Mariani, 2 - 48121 Ravenna
Visualizza su google maps
Lilya Zilberstein pianoforte - direttore Daniele Giorgi 
tratto dall’omonimo romanzo di Victor Hugo - drammaturgia di Luca Doninelli - regia di Franco Però - con Franco Branciaroli - produzione Teatro degli Incamminati
testo e regia Wajdi Mouawad - con Dimitris Kranias, Wajdi Mouawad - produzione La Colline Théâtre National
Orchestra Antonio Vivaldi di Venezia - violino solista e direzione Domenico Nordio
di Max Giusti, Giuliano Rinaldi, Marco Terenzi, Alessandro Bonanni - con Max Giusti - una produzione AB Management
Orchestra da camera di Mantova - pianoforte e direzione Alexander Lonquich 
feat. James Francies & Marcus Gilmore - prima data italiana
Italian Jazz Orchestra + special guests Petra Magoni & Paolo Fresu - Direttore Fabio Petretti - produzione originale
Serata finale del progetto “Pazzi di Jazz” dedicata a Carlo Bubani - 250 giovanissimi diretti da Tommaso Vittorini, Mauro Ottolini & Alien Dee - Special guests Enrico Rava, Mauro Ottolini & Alien Dee - produzione originale
Omaggio a Beethoven a 250 anni dalla nascita (1770-1827)
Fondazione Nazionale della Danza / Aterballetto - coreografia Johan Inger - prima assoluta
testo di Vladimir Majakóvskij - regia di Giorgio Barberio Corsetti, Marco Solari, Alessandra Vanzi - con Carolina Ellero, Dario Caccuri, Antonio Santalena - produzione Fattore K. 2019 - in coproduzione con Teatro di Roma – Teatro Nazionale, Romaeuropa Festival e Emilia Romagna Teatro Fondazione
Quindici divertimenti di fantascienza, o qualcosa di più? - Liberamente tratto dai racconti di Primo Levi - con Andrea Argentieri - ideazione Luigi De Angelis e Chiara Lagani - coproduzione Ravenna Festival, E-production, Fanny & Alexander
Compagnia MK - Coreografie Michele Di Stefano - musica Lorenzo Bianchi Hoesch
rielaborazione scenica dal libro omonimo di Serena Vitale (Adelphi, 2015) - regia di Gianni Farina - produzione Menoventi
Ideazione e cura Davide Sacco e Agata Tomsic / ErosAntEros - regia Davide di Sacco - produzione Fondazione Luzzati – Teatro della Tosse, TNL – Théâtre National du Luxembourg, Ravenna Festival, ErosAntEros – POLIS Teatro Festival

Info

Via Mariani, 2 - 48121 Ravenna
0544 249211
info@teatroalighieri.org
Web

Scheda

Anno di costruzione
1852
Anno inizio attività
1852
Secolo costruzione
XIX
Sale
1
Posti
830
Proprietà
Pubblico
Programmazione
PROSA, CONCERTI, LIRICA, DANZA
Dati storici
Scheda IBC