TEATRO PALLAVICINO

Foto di Andrea Scardova (Fototeca Istituto beni culturali Regione Emilia-Romagna)
Foto di Andrea Scardova (Fototeca Istituto beni culturali Regione Emilia-Romagna)
Foto di Andrea Scardova (Fototeca Istituto beni culturali Regione Emilia-Romagna)
Foto di Andrea Scardova (Fototeca Istituto beni culturali Regione Emilia-Romagna)

Realizzato alla fine del Settecento da un marchese dei Pallavicino, feudatari di Zibello, all’interno del suo palazzo, il teatro fu aperto al pubblico nel 1804. All’epoca la platea conteneva solo una ventina di banchi, riservati, nell’ordine, al marchese, al clero, ai frati, alle famiglie degli attori e infine ai sudditi.
Ampliato nel corso dell’Ottocento, all’inizio del secolo successivo fu acquistato dal Comune di Zibello che lo ha restaurato mantenendo l’assetto originale, con la pianta a ferro di cavallo e la divisione in palchetti e loggione. Fu inaugurato il 12 giugno 1914 con “Lucia di Lammermoor”, opera di Gaetano Donizetti: fu l’avvio di un’attività piuttosto intensa, grazie all’impulso di due società locali, una filarmonica e una filodrammatica, che si prendevano anche cura della struttura.

All’utilizzo come cinematografo e al successivo abbandono ha fatto seguito, alla fine degli anni Settanta del Novecento, un restauro che oggi rende la sala utilizzabile, oltre che per spettacoli e concerti, anche come luogo di aggregazione e di attrazione turistica.

TEATRO PALLAVICINO - Piazza Garibaldi - 43010 Zibello (PR)
Visualizza su google maps

Info

Piazza Garibaldi - 43010 Zibello (PR)
Web

Scheda

Secolo costruzione
XVIII
Sale
1
Posti
120
Proprietà
Pubblico
Programmazione
ALTRO