TEATRO ROMOLO VALLI

Foto di Andrea Scardova (Fototeca Istituto beni culturali Regione Emilia-Romagna)
Foto di Andrea Scardova (Fototeca Istituto beni culturali Regione Emilia-Romagna)
Foto di Andrea Scardova (Fototeca Istituto beni culturali Regione Emilia-Romagna)
Foto di Andrea Scardova (Fototeca Istituto beni culturali Regione Emilia-Romagna)

Il Teatro Municipale Romolo Valli fu inaugurato nella sua veste attuale il 21 aprile 1857 con “Vittore Pisani”, un’opera musicata dal reggiano Achille Peri, e con “Carlo il Guastatore”, un ballo del coreografo Giuseppe Rota. A Reggio Emilia, già dalla seconda metà del Seicento, ogni palazzo nobile disponeva di uno spazio adibito alle rappresentazioni teatrali; il nuovo edificio fu realizzato nell’area occupata anticamente dalla piazza d’armi della Cittadella, in modo da avere tutta la magnificenza che i reggiani desideravano.
Il Municipale vanta un colonnato dorico su tre gradoni di granito, un maestoso porticato sul quale si erge il piano nobile, con quattordici statue sul possente cornicione a decorare la facciata. Lo spazio del retropalco è ampio, l’apertura del boccascena è di quasi 14 metri, la larghezza del palcoscenico ne misura 31 e la profondità 26. Sul palcoscenico è installato un organo costruito nel 1815 da Luigi Montesani di Mantova, recentemente restaurato. Le scene venivano dipinte nella sala di scenografia posta sopra la platea.

Dal 1957 la gestione del Teatro è completamente comunale. Negli anni Settanta è stato dotato di una cabina di regia, successivamente sono stati installati un impianto televisivo a circuito chiuso e un impianto luci per le attuali esigenze sceniche, oltre a impianti tecnici per i cambiamenti meccanici delle scene. Nei laboratori interni l’artigianato locale specializzato prosegue la tradizione ottocentesca. Nel Ridotto si svolgono convegni e mostre, mentre la sala degli scenografi è stata trasformata in sala prove dei balletti. L’Archivio mette a disposizione un moderno ufficio di documentazione.
Attualmente, oltre alle stagioni d’opera lirica, il Municipale organizza stagioni di danza, prosa e concerti di musica. ll teatro è gestito dalla Fondazione I Teatri di Reggio Emilia, che è attiva in quasi tutti i settori dello spettacolo dal vivo e si avvale di un sistema unico in Italia: tre teatri raccolti attorno a una piazza nel cuore della città. Tra questi, appunto, quello intitolato all’attore Romolo Valli e dedicato principalmente all’opera, ai concerti e ai musical.

TEATRO ROMOLO VALLI - Piazza Martiri del 7 luglio - 42121 Reggio Emilia
Visualizza su google maps
video dal lockdown - performance per un flautista solo e nove dispositivi live electronics - idea, set up, partitura musicale e scrittura scenica di Laura Faoro, flautista e performer - con un estratto dal poema "Nove marzo duemilaventi" di Mariangela Gualtieri
musica e video dal lockdown - di e con Walter Prati, violoncello
ideazione Dimitris Papaioannou - con Suka Horn e Dimitris Papaioannou - coproduzione Torinodanza Festival / Teatro Stabile di Torino – Teatro Nazionale e Fondazione I Teatri / Festival Aperto – Reggio Emilia
Simone Beneventi, percussioni – composizioni di A. Knaifel e M. Bertoncini
coreografia di Johan Inger - musica originale di Marc Álvarez - drammaturgia di Gregor Acuña-Pohl - scene di Curtallen Wilmer (aapee) con estudiodeDos - costumi di Bregje van Balen - luci di Fabiana Piccioli - produzione Fondazione Nazionale della Danza | Aterballetto
teatro di musica da Antonin Artaud - musica e libretto di Giorgio Battistelli - regia di Carmelo Rifici - con Roberto Latini, Anahì Traversi, Elena Rivoltini e Michele Rezzonico -  e con Ensemble900 del Conservatorio della Svizzera Italiana diretto da Francesco Bossaglia - regìa del suono di Fabrizio Rosso - regia video di Francesco Puppini 
musiche di Mirco Mariani - con Mirco Mariani, Francesco Bianconi, Mauro Ermanno Giovanardi, Gilda, Paolo Fresu, Peter Pichler, Luigi Savino, Massimo Simonini, Mirko ‘Marcello’ Monduzzi, Alfredo Nuti, Diego Sapignoli - e con Orchestra dell’Emilia-Romagna Arturo Toscanini + La Toscanini NEXT dirette da Roberto Molinelli - arrangiamenti per orchestra di Domenico Caliri - coproduzione AngelicA | Festival Aperto
con: Paolo Fresu, Ermanno Giovanardi, Mirco Mariani, Alfredo Nuti, e altre guest - Orchestra dell’Emilia–Romagna Arturo Toscanini + La Toscanini NEXT - Roberto Molinelli, direttore
Ciro Longobardi, pianoforte - la musica ornitologica per pianoforte di Olivier Messiaen - prima italiana dell’integrale in tre concerti
performance itinerante site-specific - coreografia di Diego Tortelli - produzione Fondazione Nazionale della Danza / Aterballetto - in esposizione “Domus Aurea”, installazione di Massimo Uberti
Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI - Tito Ceccerini, direttore - Maurizio Baglini, pianoforte - musiche di O. Messiaen, F. Filidei, F. Donatoni e I. Stravinskij
coreografia e musica di Hofesh Shechter - interpretato da Shechter II - produzione Hofesh Shechter Company - PRIMA ITALIANA - EXTRA FESTIVAL
riapertura della procedura di selezione - nuove iscrizioni aperte ai giovani Quartetti d’Archi dal 18 giugno al 15 dicembre 2020

Info

Piazza Martiri del 7 luglio - 42121 Reggio Emilia
0522 458811
biglietteria@iteatri.re.it
Web

Scheda

Anno di costruzione
1857
Anno inizio attività
1857
Secolo costruzione
XIX
Sale
2
Posti
1288
Proprietà
Pubblico
Programmazione
PROSA, CONCERTI, LIRICA, DANZA, ALTRO
Dati storici
Scheda IBC