Avvento in musica per organo

26 novembre 2018

Tre concerti d’organo, con organisti di fama internazionale riuniti nella basilica di San Giorgio Fuori le Mura di Ferrara attorno a un grande protagonista: il prestigioso organo Pinchi-Skrabl, tre tastiere e duemilatrecento canne, racchiuso in una cassa di fine ‘500 e per la sua alta qualità acustica unanimemente riconosciuto come una delle eccellenze ferraresi. Gli appuntamenti sono fissati per il 2, 16 e  26 di dicembre e fanno parte della rassegna musicale “Dicembre Organistico d’Avvento. Ferrara città della musica per organo” organizzata con il sostegno del Comune e la collaborazione del Teatro Comunale di Ferrara.

I programmi delle tre serate spazieranno dalle musiche del XVI a quelle del XVIII secolo e da autori della Scuola italiana a quelli delle scuole francesi e tedesche, fino alla produzione di Johann Sebastian Bach. Il filo rosso dei concerti è rappresentato dal ferrarese Girolamo Frescobaldi, il genio innovatore che ha cambiato la storia della musica italiana ed europea spezzando i rigidi schemi cinquecenteschi e introducendovi lo stilus fantasticus. I concerti e i tre maestri dal ricco curriculum internazionale si propongono di mettere in luce le connessioni tra la raffinata cultura musicale estense e la produzione dei compositori del Centro e del Nord Europa.

Suoneranno il prezioso Pinchi-Skrabl, dando voce alla sua forza emozionale che attraversa i secoli, Enrico Viccardi, docente di organo e composizione organistica al conservatorio di Parma (domenica 2 dicembre, nel programma le musiche di Buxtehude, Bruhns, Muffat, Frescobaldi e Bach); poi Matteo Imbruno, organista titolare della Oude Kerk e del Museo Heremitage di Amsterdam (domenica 16 dicembre, con le musiche di Gabrieli, Bohm, Bruhns, Bach, Frescobaldi e Marais). Chiuderà la rassegna Luigi Locatelli, curatore artistico della rassegna nonché organista titolare della basilica ferrarese (da anni impegnato nella valorizzazione del patrimonio organario della città), che siederà alla consolle mercoledì 26 dicembre ed eseguirà le musiche di Bach, Krebs, Sweelinck, Dandrieu, Daquin e Frescobaldi.

I tre concerti, che vogliono aprire un più duraturo percorso di valorizzazione della musica per organo e della produzione frescobaldiana, sono a ingresso libero e iniziano sempre alle 19.00.