Barbara Voghera di Lenz interpreta la solitudine di Amleto

28 novembre 2018

Hamlet Solo di Lenz Fondazione, il più recente attraversamento del capolavoro shakespeariano compiuto dallo storico ensemble di Parma sarà presentato, giovedì 29 novembre, alle 20.45 al Teatro Comunale di Russi, in provincia di Ravenna. In scena l’attrice sensibile con sindrome di down Barbara Voghera, straordinaria protagonista delle varie stesure dell’Hamlet di Lenz fin dal 1999. Per la compagnia parmense  le molteplici riscritture sceniche dell’Hamlet, considerate “sintesi di potente densità emozionale”, sono diventate un luogo poetico fondamentale della ricerca teatrale e della profonda,  ormai quasi ventennale, esperienza artistica con gli attori sensibili.

“In questo spettacolo si esplicita un dispositivo drammatico che rivela la natura orfana di Amleto, la sua inevitabile e assoluta solitudine scenica ed esistenziale – precisano i direttori artistici di Lenz Maria Federica Maestri e Francesco Pititto – In un attraversamento senza respiro del testo, Barbara Voghera implode dentro gli altri personaggi, unico strumento ‘vivo’ di una partitura visiva di spettri. I dialoghi con Orazio, la Regina, il Fantasma del Padre, Guild and Rose, gli Attori, I Becchini, Re Claudio, vengono inflessi nell’unico duello eroico possibile, quello dell’attore con se stesso”.

“Hamlet solo” va in scena nell’ambito del progetto I Teatri della Salute Mentale, protocollo di intesa sottoscritto dagli Assessorati regionali Cultura, Politiche Giovanili e Politiche per la Legalità e Politiche per la Salute con l’obiettivo di costruire un terreno comune per la valorizzazione del teatro quale elemento di benessere psichico e, soprattutto, di crescita individuale e collettiva. Lo spettacolo di Lenz s’inserisce così in un vero e proprio cartellone trasversale che, in occasione della ricorrenza dei quaranta anni della Legge Basaglia, promuove le compagnie teatrali operanti nei diversi Dipartimenti di Salute Mentale della Regione Emilia-Romagna e valorizza le loro produzioni diventate parte integrante delle stagioni teatrali regionali.

Alla ricerca sull’attore sensibile di Lenz non mancano nemmeno i riconoscimenti internazionali; a testimoniarlo, l’inserimento delle stesure dell’Hamlet nel sito del MIT Global Shakespeares: MIT – Massachusetts Institute of Technology http://globalshakespeares.mit.edu/blog/2014/12/09/aneta-mancewicz-publishes-new-book-on-european-shakespeare-performance/.