BMA – Bologna Musica d’Autore: la finale

25 settembre 2018

È tutto pronto per l’ultima tappa della seconda edizione del BMA – Bologna Musica d’Autore, il concorso ideato e promosso da Fonoprint, nato per scoprire, valorizzare e presentare alla scena musicale nazionale i giovani cantautori più interessanti e talentuosi del momento.  I finalisti si contenderanno il primo posto sul palco del Teatro EuropAuditorium di Bologna sabato 29 settembre, giudicati da una giuria presieduta da Mogol e composta da Stefano SenardiErnesto Assante e Antonio Vandoni. L’ambito premio consiste in un contratto discografico ed editoriale con Fonoprint per la realizzazione di un EP e di un videoclip, ma i concorrenti potranno conquistare anche  un Premio della Critica per il miglior testo e un Premio per la Miglior Musica.

I giovani artisti in gara sono dieci, tra solisti e band, e ciascuno porta con sé un background di studi disparati, passioni musicali e percorsi di produzione, premi già vinti, esperienze di prestigio. Altrettanti sono i brani che presentano. Il cantautore e chitarrista Federico Biagetti presenta ‘E poi, boh…’ di cui è autore e compositore. I piacentini BlugranaMarcello Mautone, Matteo Cavanna, Biagio Siero e Marco Mazzocchi – accedono alla finale con il brano ‘Bellissimo’ scritto da Mautone. Arianna Cammarota presenta invece ‘Supernova’ di cui è autrice e compositrice, mentre la bolognese Alice Cucaro accede alla finale con il brano ‘Solo un riflesso’ di cui è autrice e compositrice. Da Genova sbarca Roberta Guerra con il brano ‘Aria assente’ di cui è autrice e compositrice. ‘Ancora qui’ è il titolo del brano di cui è autore Løner. Il fiorentino Filippo Rainero presenta ‘Alibi’ di cui è autore e compositore insieme a Michele Vitulli. Il brano con cui accede alla finale BMA Federico Rebecchi, cantautore e chitarrista bolognese si intitola invece ‘Ricominciamo a ridere’ di cui è autore e compositore. I Sudestremo Filippo Pandolfi, Jacopo Cherchi, Francesco Dini, Martien Pipitone, Conga, Samuele Pirone – si presentano con il brano ‘My home’ scritto da Pandolfi, mentre il gruppo bolognese OOTB, composto da Chiara Todeschi, Paolo De Franceschi, Alberto Bavieri, Christopher Rizzi, è in finale con il brano ‘Addosso’.

Insieme ai dieci finalisti del contest, sul palco, durante la serata condotta da Gianmaurizio Foderaro di Radio Rai, si esibiranno artisti consacrati come Paola Turci, che consegnerà il premio Guido Elmi (dedicato al produttore di  scomparso nel 2017), al giovane produttore Tommaso Colliva, Matteo Mobrici, frontman dei Canova e il rapper Laïoung, e ancora Carmen AlessandrelloBonaveriFabio Curto, Grigio, Franco J Marino,Giulio Wilson.

E poiché da quest’anno BMA entra a far parte di Italy Sounds Good, progetto di sviluppo dedicato al settore musicale sostenuto da Bologna Fiere attraverso Bologna Congressi, ad anticipare la serata, tra il 28 e il 29 settembre, a Palazzo dei Congressi, sono in programma numerosi incontri e convegni dedicati al settore, che vedono tra i relatori il giornalista Ernesto Assante, il critico musicale e saggista Pierfrancesco Pacoda, il musicista e produttore Ferdinando Arnò, il Vice-Presidente di Talent and Music MTV South Europe, Middle East, Africa  Luca De Gennaro, il produttore discografico Tommaso Colliva, il frontman dei Canova Matteo Mobrici e naturalmente Mogol che il 29 settembre alle 16.30 terrà un Lectio Magistralis dal titolo ‘Il cammino del pop: l’evoluzione dell’interpretazione dalla romanza ad oggi’.

Bologna Musica d’Autore è un’iniziativa ideata e promossa da Fonoprint e patrocinata dal Comune di Bologna, in collaborazione con Bologna Città Creativa e fa parte di EnERgie Diffuse.