Classica e jazz sotto le stelle. Ecco i fuoriclasse nazionali di Pianofortissimo & Talenti

12 giugno 2020

Nove concerti sotto le stelle nel Cortile dell’Archiginnasio e negli Antichi Orti di Via della Braina. Così il centro di Bologna torna a risuonare di echi classici e jazz nelle sere d’inizio estate. Dal 16 giugno (nell’ambito di Bologna Estate) parte infatti Pianofortissimo & Talenti, una rassegna che sviluppando una coproduzione partita lo scorso anno tra Bologna Festival e Inedita, unisce adesso i concerti che Bologna Festival dedica ai migliori artisti emergenti a quelli in programma nell’ottava edizione della nota rassegna musicale estiva dedicata al pianoforte. Il tutto, in quest’annata eccezionale, all’insegna di un parterre di fuoriclasse esclusivamente nazionali.

“L’intreccio di due progetti musicali dalla forte personalità – spiega la sovrintendente Maddalena da Lisca – crea così un vivace e spumeggiante programma ove la sperimentazione più azzardata si scambia con le più rigorose interpretazioni del grande repertorio cameristico, le improvvisazioni di una serata jazz si alternano, con scarto violento, alle voci liriche di un galà operistico, mentre preparatissimi artisti diciottenni si confronteranno con maturi interpreti dalla solida carriera concertistica”.

Si comincia il 16 giugno con il pianista Pietro Beltrani in trio jazz con Stefano Senni e Andrea Grillini. Poi il 18 giugno per i Talenti arriva il Trio Chagall a misurarsi con pagine di Ravel e Schubert, mentre il 22 è la volta di un recital operistico all’insegna di Mozart, Bellini, Verdi, Puccini e Čajkovskij le cui arie sono affidate alle voci premiate al Bologna International Vocal Competition, Cristin Arsenova, Ana Isabel Lazo e Jorge Espino, con Claudia D’Ippolito al pianoforte. Il 23 giugno tocca al Trio Pianistico di Bologna composto da Alberto Spinelli, Silvia Orlandi e Antonella Vegetti impegnati in un recital per pianoforti a sei mani, e poi si prosegue con due astri nascenti del pianismo italiano: Elia Cecino, vincitore del Premio Venezia (25 giugno) e Nicolas Gicomelli, allievo di Leonid Margarius (29 giugno). Per i Talenti è in programma anche la violinista Clarissa Bevilacqua che il 30 giugno suona col pianista Federico Gad Crema. Il 2 luglio uno degli appuntamenti più attesi di Pianofortissimo: una sfida tra l’uomo e la macchina, ovvero tra un pianista robot, TeoTronico, e un pianista in carne e ossa, Roberto Prosseda che si fronteggiano su musiche di Scarlatti, Mozart, Chopin, Rachmaninov e Milhaud. Si conclude il 6 luglio con Davide Cabassi, tra i pianisti più affermati a livello internazionale.