Entroterre Festival 2018

28 giugno 2018

“Una porta spirituale che permetta al pubblico di attraversare numerosi territori: dalla classica al folk, dal perfezionamento musicale d’eccellenza alla cultura musicale aborigena australiana, al Jazz”. È questa l’idea di festival che ha guidato il neodirettore artistico di Entroterre, Giovanni Ricciardi, nella costruzione di una delle rassegne di musica, cultura e territori più attese della regione. Dal 24 giugno al 2 settembre, Entroterre coinvolge diverse città che legano Emilia e Romagna, ricavando suggestivi palcoscenici tra castelli, parchi, rocche, piazze, santuari e palazzi storici, da Bertinoro a Forlimpopoli, da Castrocaro Terme e Terra del Sole a Rubiera fino ad Albinea e Campogalliano, Correggio e Canossa, Quattrocastella e Novellara, con ben sessanta eventi musicali, tra corsi e concerti.

Per quattro mesi i centri storici vengono letteralmente trasformati dalla musica, non solo grazie ai concerti dei numerosi ospiti internazionali, ma anche per la presenza attiva dei moltissimi giovani che studiano nelle scuole dei territori. La rassegna ha contribuito infatti a diffondere una forte cultura musicale, che è diventata il segno marcato di un modello ben preciso di resistenza di un insieme di territori alla desertificazione culturale del nostro tempo, come ha inteso precisare il presidente Luigi Pretolani: “Guardato da una diversa prospettiva il festival è il tentativo di non fermarsi all’apparenza, alla superficie, ma di scavare in profondità alla ricerca del significato e del senso delle relazioni umane, dei gesti, degli obiettivi, delle strategie”.

Sono ben otto i percorsi proposti da Romagna Musica, società cooperativa che dal 1998 cura l’organizzazione di Entroterre. E tra questi i visitatori, gli spettatori, i cittadini, potranno scegliere, sperimentare contaminazioni, seguendo gusti consolidati o la curiosità di scoprire qualcosa di nuovo. Il più corposo è Classico Antico, che presenta, a Bertinoro,  eccellenze musicali italiane di respiro internazionale nell’ambito della musica classica e antica. Fra gli altri, Concerto Italiano diretto da Rinaldo Alessandrini (18 luglio, Santuario della Madonna del Lago) e La Risonanza diretta da Fabio Bonizzoni (15 agosto, Santuario della Madonna del Lago), il celebre quartetto Fonè con un concerto al Duomo (23 lugli). Pieve San Donato da Polenta ospita il violoncellista Antonio Meneses, allievo di Janigro (14 agosto), mentre al Teatro ex seminario vanno in scena Giovanni Ricciardi (29 luglio), il Premio Busoni Olaf John Laneri (24 luglio); Giuseppe Ettorre, celebre primo contrabbasso del Teatro alla Scala (12 agosto).

Agli appassionati di musica popolare di qualità è dedicata invece Entroterre Folk, nella suggestiva cornice della Rocca di Forlimpopoli.  Il filo conduttore di quest’anno è quello degli strumenti a mantice, e vede la partecipazione straordinaria dei Supersonus (progetto ECM) il 23 agosto e di Peppe Voltarelli, il 24 agosto. Imperdibile, per gli amanti del genere, le serate magiche di Blue Jazz a in cui si alternano gruppi jazz emergenti e grandi nomi internazionali del soul e del blues. Tra gli ospiti di punta Vince Valicelli (13 luglio), Italian Jazz Orchestra con Mirabassi e Zanchini (14 luglio), Trio Correnteza (15 luglio), tutti e tre a Bertinoro, in Piazza della Libertà, e ancora Markus Stockhausen alla Corte Ospitale di Rubiera (18 luglio) e Manuela Evelyn Prioli Trio al Parco delle Terme di Fratta (28 luglio).

Ci vediamo all’alba invece è una mini rassegna di concerti nel meraviglioso silenzio dell’alba, che si snoda sulle prime colline romagnole, poco distanti dalla costa, con la partecipazione, fra gli altri, del chitarrista Claudio Piastra e del flautista Eyal Lerner. Gli spiriti più curiosi apprezzeranno invece Didjin’Oz, alla scoperta della musica tradizionale australiana, tra cultura aborigena e didgeridoo. E mentre TacaDancer propone spettacoli itineranti che vedono protagonista la musica da ballo, La Risonanza Barocca offre il meglio del barocco italiano in residenza tra concerti, master class e musica da camera. Immancabili, giunti alla loro ventiseiesima edizione, i Corsi di Alto Perfezionamento, tenuti da professionisti di massimo livello per formare i musicisti del futuro.

I concerti verranno anche trasmessi da Radio 3, Media Partner di questa edizione del festival.

Entroterre 2018 è finanziato da Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, Regione Emilia-Romagna, Nuovo Imaie · I diritti degli artisti, con il patrocinio di Comune di Bertinoro, Comune di Forlimpopoli, Comune di Castrocaro Terme e Terra del Sole, Comune di Rubiera, Comune di Albinea, Comune di Campogalliano.