Ipercorpo XVII: prendersi un secondo “tempo reale”

15 settembre 2021

Prendersi del tempo per stare con gli artisti. È questo l’invito che il Festival Ipercorpo organizzato a Forlì da Città di Ebla rivolge al pubblico della XVII edizione, in programma negli spazi di EXATR e dell’Arena Forlivese dal 15 al 19 settembre. Con il titolo Secondo Tempo Reale il festival internazionale delle arti dal vivo diretto da Claudio Angelini prosegue un viaggio partito l’anno scorso e orientato verso la costruzione di una nuova sensibilità, di una predisposizione all’ascoltare che è forse, dice Angelini “il più grande atto di partecipazione di questa epoca”. Corpi e parole tornano a prendersi lo spazio che meritano all’interno di una cornice che accoglie tante forme diverse e tutte in dialogo l’una con l’altra.

In programma ci sono come sempre tanto teatro e tanta danza, con una line-up curata da Claudio Angelini e Mara Serina con la collaborazione di Valentina Bravetti. Si parte il 16 settembre con En Avant!, un inedito cartellone di cinque spettacoli di giovani coreografi diplomati alla Civica Scuola di Teatro Paolo Grassi di Milano, ovvero Manuela Victoria Colacicco, Isabella Moretti, Giuseppe Zagaria, Andrea Giarretta e Michele Ifigenia Colturi. Spazio poi alla dancemaker Cristina Kristal Rizzo, uno dei grandi nomi del panorama coreografico contemporaneo, che proporrà il riallestimento coreografico dello spettacolo BoleroEffect, con un nuovo djset a cura della dj Brasiliana Amazon Prim (17 settembre). Lo spettacolo sarà peraltro preceduto da un workshop per danzatori che prevede una trasmissione di pratiche corporee e attraversamenti teorici. Sempre sul fronte della danza, (e come per la Rizzo, preceduto da un workshop dell’artista, nell’ambito di un percorso sul tema della danza come pratica artistica e del ballo come pratica sociale) è in programma il lavoro del performer, coreografo e regista Salvo Lombardo, del gruppo di lavoro Chiasma, che il 18 settembre porterà in scena Outdoor Dance Floor, uno spettacolo che reinterpreta il concept della sala da ballo per farne, insieme con la musica, un territorio in cui mettere in campo nuove condizioni di relazione con il pubblico. Tra gli altri appuntamenti segnaliamo poi la performance Congegno Emotivo a cura di Monica Francia, che coinvolgerà un gruppo di giovani dai 12 ai 25 anni, in una azione collettiva in programma il 19 settembre, che tra performance e installazione indaga su come comunicare il proprio esserci nel mondo. Sempre il 19 si potrà vedere il lavoro dell’artista aerea finlandese Ilona Jäntti ospite a Ipercorpo con Atlas, una storia di incontri fugaci ma significativi dalle lontane regioni dello spazio alle profondità dei mari.

 Su fronte musicale, invece, per la cura di Elisa Gandini e Davide Fabbri, l’appuntamento di punta è sulla questione “ritmo”, con due soli di batteria di Marco Frattini e Drovag, aka Alessandro Vagnoni, che si esibiranno in EXATR il 15 settembre. Tutte le sere, all’Arena Forlivese sono in programma gli ascolti di GAZING A MUSIC che risponde alle particolari sollecitazioni della sezione Arte curata da Davide Ferri con la collaborazione di Miral Rivalta. Quest’anno il programma si intitolerà come lo scorso anno Verso sera e le opere di Emanuele Becheri, Giovanni Ozzola, Corinna Gosmaro, Sissi e Davide Rivalta, saranno installate nell’Arena Forlivese, dove ogni sera appunto, l’artista invitato presenterà insieme al curatore il suo intervento e dialogherà con il pubblico. Per restare in tema di arte contemporanea, ZimmerFrei presenta la videoinstallazione Family Affair, un invito all’ascolto di una moltitudine di storie che ritraggono in modo originale lo “stato dell’arte” della famiglia contemporanea, e segnaliamo la mostra fotografica La mia pelle è teatro: un progetto realizzato dal collettivo composto dalla coreografa e danzatrice Paola Bianchi, dalla performer e danzatrice Alessandra Cristiani, dalla coreografa e performer Silvia Gribaudi e dalla scenografa e stage photographer BrìDiTanno.

Appuntamento fisso di Ipercorpo è il contest italiano La Danza in 1 Minuto organizzato da COORPI, Coordinamento Danza Piemonte, che propone selezioni di video che in poco tempo riescono a catturare l’essenza e lo spirito della danza, e giunge alla sua quinta edizione anche la Masterclass Internazionale Scena Europa, dedicata agli organizzatori: ospite di quest’anno è Iva Horvat, docente di alto livello e Ceo dell’agenzia spagnola Art Republic. Un ritorno (benché online come nel 2020) anche quello di Italian Performance Platform, da 9 anni appuntamento imprescindibile del Festival: un progetto originale pensato per creare un collegamento con l’Europa e con alcuni direttori di festival internazionali.

 

Ipercorpo 2021 è realizzato con il contributo di MIC – Ministero della Cultura, Regione Emilia-Romagna, Comune di Forlì, Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì.