#laculturanonsiferma ed è solidale. Ecco il Musicure Streaming Festival

08 aprile 2020

In Emilia-Romagna #laculturanonsiferma mai grazie al cartellone web messo a punto dall’assessorato regionale alla cultura. Sull’onda di una continua reinvenzione di strumenti e possibilità, la musica rilancia ancora, con un vero e proprio festival online e solidale ideato da Django Concerti per fronteggiare insieme l’emergenza Coronavirus.

Musicure Streaming Festival, s’intitola l’evento, e sarà trasmesso il 10 e 11 aprile coprendo l’intero palinsesto del cartellone regionale. Le due giornate di musica live saranno trasmesse infatti sulla pagina FB di Django Concerti, su LepidaTV, su Spettacolo/EmiliaRomaganCreativa e sulla pagina Emilia-Romagna Music Commission, ma troveranno spazio anche su altre pagine, grazie alla fitta rete di artisti e partner che partecipano all’iniziativa.

L’appuntamento per entrambe le giornate è alle 18.30, con una staffetta virtuale in cui si avvicenderanno, ognuno da casa sua naturalmente, circa trenta artisti del panorama nazionale e internazionale. La line-up annuncia infatti nomi del calibro di Murubutu, Claver Gold, Davide Shorty, Mama Marjas, Dj Gruff, Nandu Popu (Sud Sound System), Marianne Mirage, Massimo Zamboni, Goodblesscomputers, e salti oltre confine con Chico Trujillo dal Cile, Clinton Fearon dalla Jamaica ed Eskorzo dalla Spagna. Tra gli altri showcase casalinghi sono in programma anche quelli di Apollo Beat, Buzzy Lao, Forelock, Junior V, Leandro, Lion D, Mellow Mood, Moder, Nico Royale, Raphael, Sergio Beercock, SLWJM, Solomon B, Technoir, THINKABOUTITT, e TMHH.

Come ogni festival che si rispetti, le due giornate di live termineranno con un dj set e ospiteranno altre voci come quella di Kris Reichert, Petra Loreggian e Moko di Radio 105, Carlo Pastore di MI AMI Festival / Niente di strano, Giovanni Ansaldo di Internazionale, Federico Durante di Billboard, Seun Kuti e ancora Leonardo Zellino del TG2, Don Ciccio, Michele Wad di Radio Deejay. Tutti insieme, giornalisti e artisti, presenteranno e ricorderanno al pubblico l’obiettivo della due giorni, ovvero contribuire attraverso la raccolta fondi attiva su GoFundMe a sostenere il Dipartimento della Protezione Civile nell’impegno per l’emergenza Coronavirus.

E nell’attesa di sintonizzarci sulle onde del festival, noi vi ricordiamo che è già possibile contribuire alla raccolta attraverso il link https://bit.ly/MusiCureFestival.