MEI 2018. Il Meeting delle Etichette Indipendenti tra premi e concerti

27 agosto 2018

Il 28, 29 e 30 settembre a Faenza si alza il sipario sull’edizione 2018 del MEIMeeting delle Etichette Indipendenti, con concerti, presentazioni musicali e letterari, convegni e mostre. Nella rassegna ideata e diretta da Giordano Sangiorgi, che in quasi venticinque anni di vita è diventata punto di riferimento della musica indipendente ed emergente italiana, hanno trovato la propria piattaforma di lancio artisti come Afterhours, Bluvertigo, Marlene Kuntz, CSI, Pitura Freska, Baustelle, Caparezza, Negramaro, Perturbazione, Marta sui Tubi, Offlaga Disco Pax. Sempre qui, tra l’altro, sono stati premiati ai loro esordi musicisti oggi considerati punte di diamante come Ermal Meta, Lo Stato Sociale, Ghali, Canova, Calcutta, Zibba, Mirkoeilcane, Le Luci della Centrale Elettrica, Motta, Colapesce, Cosmo.

L’inaugurazione è il 28 settembre al Palazzo delle Esposizioni, con due convegni dedicati al ’68: Cultura e Musiche del ’68, 50 anni dopo che vede ospiti il sociologo Marco Boato e l’Assessore Regionale alla Cultura Massimo Mezzetti che darà il via al programma di enERgie Diffuse e 1968, 50 anni dopo tra le arti e le musiche. E poi ancora con la mostra Manifesti Beat Prog in Romagna alle radici della scena indie di 50 anni fa, e  con due appuntamenti al Museo internazionale delle Ceramiche: la presentazione in anteprima di Infinito 200, album antologico che ricorda il bicentenario del capolavoro leopardiano con il poeta Davide Rondoni e i cantautori Anna Luppi, Alessandro Cicone, Denise MisseriSolmeriggio e Lorenzo Santangelo, e l’anteprima di Anatomia Femminile, festival curato da Michele Monina, che omaggia il cantautorato femminile.

Ma il Mei è soprattutto concerti e premi, e gli appuntamenti centrali sono concentrati nel weekend, con la consegna, il 29 settembre, durante la notte bianca della musica indipendente, del Premio Speciale MEI al gruppo metal Lacuna Coil  & Rezophonic e del Premio Artista Eclettico dell’Anno a Gio Evan, scrittore, poeta, cantautore, viaggiatore e artista di strada. Sempre il 29 settembre, sul palco del Teatro Masini, verrà assegnato il Premio PIMI 2018 all’artista indipendente dell’anno, attribuito per questa edizione al gruppo rock The Zen Circus “per la loro carriera ventennale all’insegna della coerenza e della continua ricerca di qualità musicale e testuale all’interno del circuito indipendente”. Assegnato lo scorso anno a Brunori Sas e prima ancora a Motta, Cesare Basile/Iosonouncane e Mannarino, lo speciale riconoscimento è nato nel 2014 in aggiunta ai tradizionali PIMI, premi ufficiali della musica indipendente italiana, curati dal giornalista e critico musicale Federico Guglielmi. Al suo debutto è invece il PIMI Extra/Progetti esclusivi, assegnato a La mia generazione di Mauro Ermanno Giovanardi, album pubblicato dalla Warner, che contiene dodici cover di altrettanti brani degli anni novanta, a cui hanno preso parte molti ospiti illustri. Si aggiunge ai premiati anche il cantautore Edoardo Bennato, che riceverà il Premio Radio Rai Live e assegnerà un riconoscimento ai vincitori del contest Non sono solo canzonette. E poi ancora, il Premio Speciale ai Ritmo Tribale per i 30 anni dal loro primo disco autoprodotto, il Premio Super MEI Circus dedicato a un giovane artista emergente assegnato a Colombre, e la sesta edizione della Targa Mei Musicletter, premio nazionale dedicato al giornalismo musicale sul Web, ideato da Luca D’Ambrosio.

Tra i tanti concerti del 29 settembre spiccano l’appuntamento con Gio Evan al Ridotto del Teatro Masini, e con The Zen Circus a Piazza del Popolo, dove si esibiscono anche i Lacuna Coil, ovvero Cristina Scabbia, Andrea Ferro Marco Coti Zelati in scena insieme a Rezophonic, per i loro 20 anni di carriera, con l’opening act del gruppo rock Celeb Car Crash; sempre a Piazza del Popolo, alla presentazione del nuovo album di Kutso e Bussoletti segue un concerto con La Municipal, vincitori del Concerto del Primo Maggio 2018 di Roma, I Figli dell’Officina, vincitori del Concerto del Primo Maggio 2018 di Taranto, La stanza di Greta, vincitori della Targa Tenco; e poi ancora, tra gli ospiti, Roberto Angelini & Rodrigo D’Erasmo con un omaggio a Nick Drake al Teatro Masini. Al Circolo Arci Prometeo, dalle ore 21, vanno in scena la voce di Ylenia Lucisano e la chitarra di Renato Caruso, e a seguire il concerto del rapper milanese Peligro, mentre allo Spazio Chiesa, sempre alle 21, un concerto di Giuseppina Torre, pianista e compositrice italiana apprezzatissima anche negli Stati Uniti.

Gli appuntamenti del 30 settembre rappresentano un omaggio ai 40 anni della Legge Basaglia, che costituì il primo tentativo di superamento della logica manicomiale. Al Ridotto del Teatro Masini va in scena Interiezioni, spettacolo metateatrale di Pierpaolo Capovilla, voce del gruppo rock Il Teatro degli Orrorie Paki Zennaro, compositore sperimentale e storico collaboratore di Carolyn Carlson, preceduti, in apertura, dal duo di cantautori psicotearapeuti Psicantria, formato da Gaspare Palmieri e Christian Grassilli. Nella stessa giornata sarà presentato il libro Basaglia e Le Metamorfosi della Psichiatria di Piero Cipriamo. Al Cinema Sarti sarà assegnato il Premio PIVI 2018 Miglior Videoclip Indipendente Dell’Anno” al video di “Maometto a Milano” di COLAPESCE, estratto dall’ultimo album dell’artista siciliano;  e il Premio PIVI 2018 per il miglior videoclip indipendente dell’anno, in collaborazione con SoundScreen, al regista Dario Ballantini e alla band toscana Piccoli Animali Senza Espressione il Premio Speciale PIVI 2018 per il video del singolo In cammino, estratto dal loro terzo disco, in cui l’artista anima le sue opere in un gioco di sovrapposizioni in cui realtà e pensiero si fondono in fotogrammi e figure intrise di colore. A seguire la presentazione del libro dedicato al rapper Liberato a cura di Gianni Valentino, edito dalla casa editrice Arcana, durante la quale interverranno Giordano Sangiorgi e Fabrizio Galassi.

Numerosi anche gli appuntamenti che nutrono la vocazione del Mei a sconfinare dalla logica della vetrina per sostenere la crescita e la diffusione di una cultura musicale indie ed emergente. Compie dieci anni, per esempio, la sua Rete dei Festival, il primo circuito che raggruppa oltre cento festival e rassegne accomunate dall’impegno nell’innovazione della musica in Italia, promuovendo la nascita di nuove Reti come It-Folk, che raduna oltre 50 realtà folk, e il Premio dei Premi, che raduna dodici festival dedicati ai cantautori scomparsi, in collaborazione con l’OMP – Officina della Musica e delle Parole di Milano, offrendo al vincitore una borsa di studio di 1500 euro e un premio di promozione nel circuito del Mei. Al Teatro Masini di Faenza, sabato 29 settembre, si fronteggeranno infatti Salvario in rappresentanza del Premio Bertoli, Lisbona per il Premio Bindi, i Yosh Whale per il Premio Buscaglione, La Quadrilla per il Premio Cesa/Folkest, Luchi per il Premio Ciampi, Federica Morrone per il Premio Bianca d’Aponte, i Mislead per il Premio Augusto Daolio, Giulio Wilson per il Premio Lauzi, gli Helena per il Premio Manente, Agnese Valle per il Premio Mario Panseri e Daniela Pes per il Premio Andrea Parodi.  Ad aprire la serata, in cui si esibirà anche la cantautrice bolognese Roberta Giallo,  vincitrice della scorsa edizione,  la giovane band Il generatore di tensione, presentata dalla fondazione Lucio Dalla. Ogni artista in lizza eseguirà un brano proprio ed una cover di un nome storico della musica italiana e a decidere il vincitore sarà una giuria composta da addetti ai lavori e da giornalisti aderenti al Forum del giornalismo musicale. E proprio al Mei 2018 nascerà anche l’AGIMP, Associazione dei Giornalisti e critici Italiani di Musica legata ai linguaggi Popolari, nell’ambito del medesimo Forum del Giornalismo Musicale, giunto alla sua terza edizione, diretto dal giornalista Enrico Deregibus.

Il MEI 2018 è sostenuto dalla Regione Emilia-Romagna, dal Comune di Faenza, dalla Camera di Commercio di Ravenna e dal MIbact (Festa della Musica e Progetto MIgrArti), col contributo SIAE (Progetto Sillumina) e Nuovo Imaie (Progetto Per i Festival per Emergenti).

 

 

 

Video

Piccoli animali senza espressione, 'In Cammino' (regia di Dario Ballantini)