Online il bando IncrediBOL- Special edition 2020

24 luglio 2020

In Emilia-Romagna si progetta il futuro prossimo e lontano rilanciando su cultura e creatività. Davanti all’emergenza pandemica, la storica fiducia nelle potenzialità straordinarie delle industrie culturali e creative della regione si rinnova attraverso una nuova convenzione tra Viale Aldo Moro e il Comune di Bologna in vista di un’edizione speciale del Progetto IncrediBOL! per il 2020. C’è tempo fino al 29 settembre  per partecipare alla nona edizione del bando che sosterrà attività di innovazione di prodotto o di processo pensate ad hoc per far fronte all’emergenza. Un ulteriore strumento di valorizzazione delle migliori iniziative artistiche e culturali, insomma, ma anche un viatico per sostenere l’occupazione e realizzare un programma di promozione delle industrie del settore. Sono 400.000 euro che i contributi messi a disposizione dagli Assessorati alla Cultura e allo Sviluppo economico della Regione Emilia-Romagna, che portano così a 600.000 – divisi in contributi da 10.000 e 20.000 euro ciascuno – le risorse di questa speciale edizione di  IncrediBOL! (INnovazione CREativa DI BOLogna), iniziativa del Comune di Bologna in collaborazione con numerosi partner pubblici e privati nata nel 2010 per sostenere la crescita del settore culturale e creativo, e che dal 2013 si svolge in coordinamento con le attività di viale Aldo Moro, coinvolgendo così l’intero territorio regionale, sulla base di un accordo triennale per lo sviluppo delle Industrie culturali e creative in Emilia-Romagna.

“Se dovessi identificare una caratteristica del genus degli emiliani e dei romagnoli – commenta l’assessore regionale a Cultura e Paesaggio, Mauro Felicori – forse sceglierei la vocazione all’indipendenza, al lavoro autonomo, all’impresa, come si diceva un tempo ‘non voglio lavorare sotto padrone’; ma non per un banale desiderio di guadagno, quanto per la voglia di esprimere compiutamente talento, competenza, ambizione. Questa aspirazione portò decine di operai provetti a generare le multinazionali tascabili della meccanica e della elettromeccanica che da qualche decennio trainano la nostra regione ai primo posti in Europa per Pil e occupazione, anche grazie alla esperienza originale dei distretti, il modo con cui si poteva stare nei grandi mercati con l’integrazione di aziende piccole e medie”. “Oggi i nostri giovani – continua – sempre più preparati, hanno davanti la stessa sfida, ma su un terreno in parte diverso, quello del digitale, della creatività, della produzione artistica. Una sfida resa più difficile dalle accelerazioni imposte dall’epidemia. Con IncrediBOL! le istituzioni cercano di creare un ambiente favorevole alle nuove imprese dei giovani industriosi. Buon lavoro!”

 

“Vogliamo essere a fianco del settore culturale e creativo del territorio emiliano-romagnolo, oggi in grande difficoltà poiché duramente colpito e fermato più a lungo di altri settori dall’emergenza sanitaria – spiega l’assessore regionale allo Sviluppo economico, Vincenzo Colla – . Vogliamo premiare le migliori iniziative artistiche e culturali sostenendo al contempo l’occupazione del settore, che impiega in gran parte giovani. La ripresa dopo il lockdown non può prescindere dalla ripartenza delle imprese creative, che rappresentano un tratto distintivo nell’economia dei nostri territori cui continuiamo a guardare con attenzione come importante filiera di sviluppo per creare buona occupazione”.