Paolo Fresu con il Devil Quartet inaugura Crossroads

23 febbraio 2018

Sarà Paolo Fresu e il suo Devil Quartet ad inaugurare sabato 24 febbraio (alle ore 21,15) al Teatro Fabrizio De André di Casalgrande (Re) la XIX edizione di Crossroads, il festival itinerante organizzato da Jazz Network e dall’ assessorato alla Cultura della Regione Emilia-Romagna. Un festival diretto artisticamente da Sandra Costantini, che ha saputo in questi anni portare lungo la via Emilia e in teatri di provincia, i grandi protagonisti del jazz italiano e internazionale, con prime italiane e assolute, ospitando in residenza artisti del calibro di Enrico Rava, Paolo Fresu, Fabrizio Bosso, a cui quest’anno si aggiunge il pianista Danilo Rea.

Il programma di Crossroads offre un calendario davvero ricchissimo, costituito da 65 concerti che coinvolgono più di 500 artisti, in quasi cento giorni di programmazione, da febbraio a giugno. Il jazz predomina ovviamente sugli stili musicali ma c’è molta attenzione anche alla musica improvvisata, all’elettronica, alle contaminazioni, con suoni provenienti da paesi lontani, come l’Africa o il Sudamerica. Emblema della varietà di stili presente a questa sorta di maratona del jazz è la presenza di Cory Henry & The Funk Apostles: una miscela di gospel, funk, fusion, che si puo’ inscrivere nella galassia Snarky Puppy.  Il programma vede schierati grandi artisti internazionali come, Ramin Bahrami, Derek Brown, Uri Caine, Chick Corea, Dave Douglas, Kurt Elling, Lee Konitz, Bobby Watson, Danilo Perez (con un progetto in prima europea) e compagini come quelle di Michel Portal e il suo quartetto, Thomas Stanko e il New York Quartet, il John Surman Trio (in esclusiva nazionale), o il Tom Harrell Quartet . Tra gli italiani, oltre agli artisti in residenza, si potrà ascoltare Enrico Rava, Javier Girotto, Rita Marcotulli, Dado Moroni, Federico Casagrande, solo per citarne alcuni.

All’inaugurazione di sabato 24 febbraio Paolo Fresu e il suo Devil Quartet torna, dopo il successo dello scorso anno, con un programma musicale completamente rinnovato grazie al nuovo disco della band: “Carpe Diem”. Sarà inoltre il primo di ben quattro appuntamenti all’interno del festival per poter apprezzare l’estro poetico di Fresu, anche quest’anno artista residente di Crossroads. Fresu sarà infatti coinvolto per un duetto d’eccezione, con il pianista Danilo Rea a Rimini, al Teatro Novelli, il 26 marzo. Inoltre il sarà al centro di due produzioni originali che coinvolgeranno due formazioni orchestrali di vasta portata: con la vocalist Petra Magoni realizzerà un omaggio alle canzoni di Doris Day, con la partecipazione dell’Italian Jazz Orchestra diretta da Fabio Petretti (Forlì, Teatro Diego Fabbri, 1 maggio), per concludere a Ravenna al teatro Alighieri il 7 maggio.