Promozione Culturale: assegnati più di 3 milioni a 274 progetti

29 luglio 2018
Piccoli ma importanti festival e iniziative di richiamo internazionale, cultura popolare e arte contemporanea, rassegne di musica, teatro e poesia, progetti per  sostenere i giovani talenti e per la diffusione della cultura della legalità e della cittadinanza responsabile. Con 3 milioni e 124 mila euro la Giunta regionale sostiene 274 progetti di soggetti pubblici e privati tramite il Bando Promozione culturale, approvando il 92% delle domande presentate (298), 50 in più rispetto allo scorso anno.
“È un altro tassello importante a sostegno della crescita della progettualità – afferma l’assessore alla Cultura Massimo Mezzetti – e del lavoro degli operatori culturali del territorio, dopo gli investimenti indirizzati al cinema e allo spettacolo. Cresce la progettualità e cresce il lavoro, un elemento evidenziato anche dalla recente ricerca sull’industria creativa dell’Emilia-Romagna, l’Economia arancione. L’ampia risposta progettuale da parte dei soggetti del territorio è un segno di grande vitalità e creatività, fattori necessari allo sviluppo dell’intero territorio regionale”.

Il bando a sostegno di progetti e iniziative di promozione culturale, in attuazione della legge regionale 37/1994, era indirizzato ad associazioni e istituzioni culturali, Comuni e Unioni di Comuni che potevano presentare domanda, in forma singola o associata. Sono stati ammessi a contributo i progetti di 187 associazioni e 14 istituzioni culturali, mentre tutti i 73 progetti presentati da Enti locali hanno ottenuto il finanziamento. I fondi impegnati sono  1 milione e 239mila euro a favore di Comuni e Unioni di Comuni 1 milione 584mila euro a favore di associazioni e istituzioni.

Gli esiti  sono pubblicati nella pagina dedicata al Bando.

Si completa così il quadro dei finanziamenti complessivamente assegnati dalla Regione in attuazione della legge regionale 37/1994 in materia di promozione culturale, che aveva visto nelle settimane precedenti l’assegnazione di 370 mila euro alle tre associazioni regionali (Arci, Endas e Acli Arte e Spettacolo) e all’Istituto nazionale di Studi verdiani, per il triennio 2016-2018.