“I quattro moschettieri in America”

27 gennaio 2018

Dieci anni dall’inizio ufficiale delle trasmissioni radiofoniche, in ottobre del 1934 andò in onda la prima puntata de “I 4 moschettieri / parodia di Nizza e Morbelli con musiche di Egidio Storaci”. La “radiorivista”, per usare la definizione del tempo, fu il primo caso italiano di sponsorizzazione e in poche settimane si impose come un vero e proprio fenomeno di costume, lasciando un segno indelebile nell’immaginario collettivo.

Angelo Nizza e Riccardo Morbelli, due giovani autori piemontesi ideatori e conduttori del programma – andato in onda ininterrottamente per quattro anni – si erano ispirati al romanzo “I tre moschettieri” di Alexandre Dumas padre, riscrivendolo in chiave umoristica, aggiungendo alle voci narranti le musiche originali composte da Storaci e ai protagonisti del libro una serie di personaggi e situazioni che si rifacevano alla cultura popolare dell’epoca, inaugurando così e portando al successo un nuovo genere: la “rivista radiofonica basata sulla parodia”.

I Sacchi di Sabbia, il gruppo toscano vincitore di due premi Eti “Il debutto di Amleto”, del premio speciale Ubu e nel 2011 del Premio della critica, a ottant’anni di distanza dalla “trasmissione più seguita di tutti i tempi” ha proposto un suo sequel con uno spettacolo teatrale dedicato ai bambini e intitolato “I 4 moschettieri in America”. Lo spettacolo, debuttato nel 2015, ora va in scena all’ITC Teatro di San Lazzaro di Savena, sabato 27 gennaio alle 21.00.

Il “radiodramma animato”, come recita il sottotitolo dello spettacolo ideato da Giovanni Guerrieri e Rodolfo Sacchettini, porta sul palcoscenico dell’Itc le atmosfere e i personaggi della trasmissione radiofonica. Ambientato nell’America degli Anni Trenta, tra gangster, pupe e sparatorie e i famosi eroi di Dumas che si ritrovano a inseguire il sogno di una nuova grandezza, il pastiche si avvale – alla maniera di Nizza e Morbelli – di gustose contaminazioni: dal cinema di Billy Wilder, ai testi di Jules Verne, alle moderne graphic novel.

Il centro della scena è costituito da un teatro giocattolo, illustrato dal pittore Guido Bartoli. Le costruzione sceniche sono di Giulia Gallo, che ritroviamo anche sul palco assieme a Giovanni Guerrieri, Giulia Solano e Guido Bartoli, nelle vesti dei moschettieri Athos, Porthos, Aramis e D’Artagnan, e alla regia assieme a Guerrieri e Solano.

Prima dello spettacolo, alle 19.30, il teatro propone agli spettatori un aperitivo con il critico Massimo Marino e, a seguire, un incontro con l’Associazione Teatrale Pistoiese/I Sacchi di Sabbia.

 

www.itcteatro.it