Ravenna Jazz

27 aprile 2018

Chick Corea, Manhattan Transfer, Sarah Jane Morris, Paolo Fresu, Fabrizio Bosso: grandi nomi del jazz internazionale a nazionale saranno presenti al Ravenna Jazz Festival, alla sua 45esima edizione.

La rassegna propone quest’anno un cartellone di 7 appuntamenti a più dimensioni, dal piano solo di Chick Corea all’orchestra colossale,  il progetto “Pazzi di Jazz” Young Project, con ben 250 baby musicisti guidati dalla tromba solista di Paolo Fresu.

Il festival, uno dei più longevi in Emilia-Romagna, si svolgerà dal 4 al 13 maggio in varie ‘ambientazioni’: dal prestigioso palco del Teatro Alighieri, dove si esibiranno i grandi nomi internazionali, i big della scena italiana, e “Pazzi di Jazz” Young Project; ai jazz club e ai piccoli teatri della città, che verranno animati da gruppi e solisti di culto, con proposte innovative: il quintetto di Sarah Jane Morris e Antonio Forcione, Raul Midón, i Sons of Kemet, Andrea Motis, i Guano Padano, Alessandro Scala. Al calar della sera ci saranno i concerti ‘Aperitifs’, in attesa dei live serali in teatro. A cantanti e chitarristi sarà invece dedicato il workshop di Mister Jazz, con Sarah Jane Morris e Antonio Forcione (Mama’s Club, 9 maggio).

Il festival si apre il 4 maggio ore 21,30 con il concerto al Cisim di Lido Adriano (Ra),  del gruppo Guano Padano, formato dal chitarrista Alessandro “Asso” Stefana, con alle spalle esperienze con Vinicio Capossela e PJ Harveye  e un album da solista,   in formazione con il bassista e contrabbassista Danilo Gallo, co-fondatore dell’etichetta/collettivo indipendente El Gallo Rojo Records, dal batterista Zeno De Rossi, premiato nel 2001 come batterista dell’anno dalla rivista Musica Jazz.

Sabato 5 maggio al Teatro Alighieri, ore 21,  la kermesse musicale entra nel vivo con il concerto “The Champ to Dizzy”. Sul palco il Fabrizio Bosso Quartet, accompagnato dalla Paolo Silvestri Orchestra, in un frizzante omaggio a Dizzy Gillespie. Uno dei grandi virtuosi di tromba del jazz italiano, Bosso, capace di creare un rapporto speciale con il pubblico, ripropone i brani di un altro mostro sacro della tromba, Dizzy Gillespie, fautore e simbolo del passaggio della musica jazz dal classico swing al moderno bop e successive derivazioni.

Ravenna Jazz è organizzato da Jazz Network con la collaborazione degli Assessorati alla Cultura del Comune di Ravenna e della Regione Emilia-Romagna, con il sostegno del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo e di Siae – Società Italiana degli Autori ed Editori. Tutto il programma su www.ravennajazz.org .