Santarcangelo Festival 2018 è Cuore in Gola

05 luglio 2018

Quanto spazio diamo alla paura nelle nostre esistenze, individuali e sociali? La paura, e spesso la non consapevolezza di stare provando paura, sembra essere una condizione pervasiva dei nostri giorni. A esplorare questa emozione in una dimensione artistica e politica ci invita Cuore in Gola, la 48a edizione di Santarcangelo Festival.

Nell’intervista, Eva Neklyaeva e Lisa Gilardino, insieme per il secondo anno alla direzione artistica, raccontano i temi portanti, gli artisti, il loro lavoro di costruzione e immaginazione dei dieci, speciali, giorni che abitano Santarcangelo, dal 6 al 15 luglio. Cuore in Gola è un festival pensato come un paesaggio emotivo, dove sperimentare la nostra  intelligenza emotiva e riaprire le connessioni tra natura, mistero ed emozioni. Uno “spazio di libertà“, così immagina il festival Eva Neklyaeva, per misurarsi con l’impatto che le emozioni provocano tra paura e natura, i due elementi al centro della riflessione di quest’edizione. Con oltre 150 appuntamenti, molti a ingresso libero e gratuito, 54 formazioni dai cinque continenti, quasi 200 artisti e con la partecipazione di altrettante cittadine e cittadini.

Tra gli artisti in cartellone ritroviamo alcune presenze ricorrenti a Santarcangelo e assolute novità: Francesca Grilli, Motus, Markus Öhrn, Mara Oscar Cassiani, Oskar Nilsson, Alessandro Sciarroni, Anna Rispoli, Lotte Lindner&Till Steinbrennerh (Belgio), Asia Giannelli, Buhlebezwe Siwani & Chuma Sopotela (Sudafrica), Chiara Bersani, Cristina Kristal Rizzo, Deflorian/Tagliarini, Dewey Dell, Ingri Fiksdal (Norvegia), Ligia Lewis (Repubblica Domenicana/Germania), Mallika Taneja (India), Michelle Moura (Brasile/Germania), Muna Mussie, Nana Biluš Abaffy (Australia), Nicola Gunn (Australia), Panagiota Kallimani (Grecia/Francia), Sissi, Tamara Cubas (Uruguay), Tania El Khoury (Libano/UK).

  
 
 

 

Video

Santarcangelo Festival 2018 | Cuore in Gola | Intervista a Eva Neklyaeva e Lisa Gilardino