Teatro Testoni Ragazzi, la nuova stagione è all’insegna dell’incontro

20 settembre 2018

La Baracca-Testoni Ragazzi si prepara a un altro anno di storie, parole e voci, immagini e personaggi e inizia la nuova stagione con due appuntamenti speciali. Il primo  diretto e interpretato da Bruno Cappagli e dagli attori de La Baracca, porta il titolo Sogni a occhi aperti ed è dedicato ai bambini tra tre e otto anni. È uno spettacolo a percorso – per trenta spettatori alla volta – un girovagare in spazi immaginari, in quella dimensione tra il sonno e la veglia dove si possono vedere tanti sogni tenendo gli occhi ben aperti (sabato 22 settembre alle 16.00, 16.30, 17.00 e 17.30; domenica 23 settembre alle 10.30, 11.00, 11.30 e repliche al pomeriggio alle 16.00, 16.30, 17.00 e 17.30).

Ma c’è una secondo appuntamento d’apertura, Paure vi racconto,  dedicato per la prima volta ai ragazzini dagli otto anni in su con un’inedita formula serale e racconta, come suggerisce il titolo, le paure, quelle vere e profonde, come la paura del buio e dei mostri che vivono sotto ogni letto o la paura delle bambole con gli occhi di vetro. Per l’occasione, l’autore e il regista Gabriele Marchioni rilegge e interpreta brani dei classici del terrore, da Edgar Allan Poe a Stephen King, animati in scena dagli attori de La Baracca (venerdì 21 settembre e sabato 22 settembre alle 21.00).

Seguono, a ottobre, gli appuntamenti di Aspettando la stagione che mescolano laboratori grafico-pittorici a momenti di spettacolo teatrale vero e proprio per unire arti visive e performative attraverso le figure di Joseph Cornell e Jackson Pollock.

La programmazione regolare comincia dal 26 ottobre (con lo spettacolo per famiglie “Il coccodrillo e l’elefante”) e si conclude il 17 maggio. Il nuovo cartellone propone 71 titoli in 288 repliche (155 per le scuole e 133 per le famiglie) per offrire a bambine, bambini e ragazze e ragazzi fino ai 18 anni spettacoli di qualità, diversificati per fasce d’età. Oltre alla compagnia di casa, sui palchi si alterneranno 31 realtà ospiti, di cui 12 provenienti da altri paesi europei, asiatici e sudamericani, presentando un totale di 34 spettacoli, che spaziano dai lavori di artisti già affermati a quelli dei giovani emergenti.

Titoli di prosa, danza, teatro di narrazione e di ombre compongono una stagione all’insegna dell’incontro con titoli che raccontano storie e aprono riflessioni sul confronto con l’altro da sè.

È proprio il tema dell’incontro è al centro de Le Quattro Stagioni, nuovo spettacolo di teatro danza diretto da Bruno Cappagli de La Baracca – Testoni Ragazzi con le coreografie di Silvia Traversi (debutto venerdì 9 novembre in matinée scolastica, in replica per le famiglie domenica 11 novembre e domenica 3 marzo; 4-8 anni). In scena quattro giovani danzatori e attori, quattro personaggi diversi che si incontrano, scontrano, conoscono e accettano, in un vorticoso gioco di movimento e parola.

 Tra gli altri spettacoli della compagnia di casa segnaliamo un originale Pinocchio, una produzione de La Baracca con dieci attori in scena. La riscrittura scenica, che segue le mille trasformazioni del protagonista, ha ricevuto il patrocinio della Fondazione nazionale “Carlo Collodi”. Sul palco di Testoni Ragazzi la troveremo nel periodo delle festività natalizie (venerdì 21 dicembre e domenica 6 gennaio; 6-10 anni).

La Baracca mette in scena anche miti e fiabe e altri classici senza tempo: Orlando il Furioso (venerdì 7 dicembre; dagli 11 anni), Labirinto – Un Minotauro diverso (venerdì 11 gennaio; dagli 11 anni), Peter Pan (domenica 17 febbraio; 6-10 anni), Robin Hood (domenica 10 marzo; 6-10 anni), Biancaneve (domenica 7 aprile; 6-10 anni), La Bella o la Bestia (domenica 28 aprile; 4-8 anni), Cappuccetto Rosso (domenica 5 maggio; 4-8 anni), Odissea!?! (venerdì 10 maggio; dagli 11 anni) e Il Barone di Münchausen (domenica 12 maggio; 6-10 anni).

Tra gli ospiti segnaliamo Marco Baliani, che torna al Teatro Testoni Ragazzi con il suo storico spettacolo Frollo, la storia di un bambino di pan pepato che un giorno si trova a percorrere un’avventura più grande di lui (domenica 18 novembre; 6-10 anni).

Tra gli spettacoli ospitati anche la performance della giovane attrice e danzatrice Valentina Dal Mas nel suo Da dove guardi il mondo?, spettacolo prodotto da La Piccionaia e Compagnia Abbondanza Bertoni e vincitore del Premio Scenario Infanzia 2017 (domenica 20 gennaio; 6-10 anni).

Simona Gambaro, diretta da Antonio Tancredi, porta sul palco la sua triplice interpretazione nell’emozionante Piccoli Eroi – Ai figli partiti del Teatro del Piccione (giovedì 13 dicembre; dai 12 anni).

Un’esperienza teatrale condivisa tra adulti e bambini e la capacità scenica di Valerio Malorni diretto da Fabrizio Pallara li troviamo ne La mia grande avventura del Teatro delle Apparizioni (domenica 3 febbraio; 6-10 anni).

Stimolare e mediare l’incontro tra la filosofia e l’infanzia attraverso il teatro è il desiderio da cui nasce ERaUlisse – L’ultimo viaggio, coproduzione tra la Compagnia del Sole e La Baracca – Testoni Ragazzi, di e con Flavio Albanese e Bruno Frabetti (debutto martedì 13 novembre in matinée scolastica, in replica per le famiglie venerdì 16 novembre; 6-10 anni). Lo spettacolo riprende il mito di Er, raccontato in conclusione de “La Repubblica” di Platone, e di quel viaggio nell’Altrove al fianco di Ulisse che solo il giovane soldato poteva ricordare.

La conoscenza e la salvaguardia delle culture e delle tradizioni è al centro di Kanu di Piccoli Idilli (domenica 25 novembre; 4-8 anni). E’ uno spettacolo di narrazione, portato sul palco con canti e musica dal vivo, che riporta in una cornice teatrale la tradizione dei cantastorie africani. In scena, due griot del Burkina Faso accompagnano la storia suonando la kora, il gangan, la calebasse e altri strumenti, per restituire l’immaginario simbolico e la sensibilità poetica di una cultura antica dove il destino dell’uomo è indissolubilmente legato al potere della parola e alla simbiosi con la natura.

I confini e il loro attraversamento sono al centro de La Frontiera, nuovo spettacolo de La Baracca – Testoni Ragazzi (debutto martedì 2 aprile in matinée scolastica, replica per le famiglie venerdì 5 aprile; 8-13 anni). E’ uno spettacolo surreale e poetico focalizzato sullo spaesamento del Viaggiatore, che con una valigia piena di sogni si trova bloccato in una terra di nessuno, al confine tra due paesi nuovi, nati nel giro di una notte. Il lavoro vede la collaborazione alla scrittura di Davide Morosinotto, giornalista, traduttore e scrittore di libri per ragazzi .

Cosa vuol dire la parola famiglia e chi ne fa parte? Ne esiste una sola o ne esistono tante? Si può essere parte di famiglie diverse? Da queste domande poste direttamente alle bambine, ai bambini e agli adulti nasce Famiglie, nuova produzione per la prima infanzia firmata da Andrea Buzzetti per La Baracca – Testoni Ragazzi (debutto giovedì 31 gennaio in matinée scolastica, repliche per le famiglie sabato 2 febbraio e domenica 3 febbraio; 1-4 anni).

Dalla danza e dal teatro fisico nasce una proposta per la prima infanzia sul tema dell’identità di genere, affrontato con delicatezza e poesia. Si tratta di Yo Soy / Io sono del duo coreografico messicano-argentino Teatro Al Vacío che debutta in prima assoluta al Teatro Testoni Ragazzi all’interno di “Teatro Arcobaleno” (debutto venerdì 15 febbraio in matinée scolastica, repliche per le famiglie sabato 16 febbraio e domenica 17 febbraio; 1-4 anni).

Per il terzo anno consecutivo tornano sul palco del Testoni Ragazzi gli attori di Teatro La Ribalta / Kunst der Vielfalt con Superabile (giovedì 21 marzo; 8-13 anni), un vero e proprio fumetto teatrale sulla disabilità. Gli sguardi degli altri, le domande ricorrenti, la mancanza di autonomia che diventa perdita del privato e dell’intimità vengono affrontati in maniera sfrontata e divertente dagli interpreti sul palco, che mescolano le loro vicende personali ai disegni, le onomatopee e gli ambienti proiettati da un regista/disegnatore con una lavagna luminosa.

Il sentirsi diversi è al centro de Il Ragazzo Volante de La Baracca – Testoni Ragazzi (debutto15 aprile in matinée scolastica, repliche per le famiglie mercoledì 17 e giovedì 18 aprile; dagli 11 anni). Liberamente ispirato a “Che cosa è successo a Barnaby Brocket” di John Boyne, lo spettacolo racconta di come “un potere speciale” dell’infanzia possa diventare oggetto di scherno, stigma e discriminazione nella preadolescenza, tanto da parte dei bambini quanto degli adulti. Un racconto su come lo sguardo degli altri sappia diventare una gabbia che non fa spiccare il volo, non lascia diventare se stessi o ricercare i propri talenti. Raccontato con le voci e i corpi di Daniela Micioni e Maurice Vaccari, lo spettacolo è patrocinato dall’Associazione Italiana per bambini con malformazioni agli arti – Onlus.

Tra le nuove produzioni de La Baracca anche Un elefante si dondolava…, uno spettacolo sul sogno e il senso del possibile, che intreccia avvenimenti imprevedibili e incontri inaspettati, diretto da Valeria Frabetti con testi e interpretazione di Roberto Frabetti (debutto giovedì 10 gennaio in matinée per le scuole, repliche per le famiglie sabato 12 e domenica 13 gennaio; 1-4 anni).

La stagione offre grande spazio anche ai lavori teatrali tratti dai classici della letteratura, non solo per l’infanzia. Segnaliamo Il più furbo di Teatro Gioco Vita, spettacolo di ombre tratto dall’omonimo libro di Mario Ramos (domenica 2 dicembre; 4-8 anni). Tra gli spettacoli ospiti, Don Chisciotte di Fondazione Teatro Ragazzi e Giovani Onlus (domenica 9 dicembre; 6-10 anni) e Il gatto con gli stivali di Accademia Perduta Romagna Teatri (domenica 14 aprile; 4-8 anni).

 Dal 25 al 27 gennaio tornano a Bologna gli Small Size Days, giornate dedicate al diritto di una piena cittadinanza culturale per la prima infanzia. Nell’occasione, verrà proposta la trilogia di Piccololorso, per bambini da 1 a 4 anni, scritta e interpretata da Roberto Frabetti per la regia di Valeria Frabetti: “Cikeciak” (sabato 26 gennaio), “Tiketak. Piccololorso ha una sorellina” (domenica 27 gennaio) e “Crikecrak. Piccololorso, la sorellina e la paura” (domenica 27 gennaio).

La stagione 2018-2019 del Teatro Testoni Ragazzi è realizzata col sostegno del Comune di Bologna, IES – Istituzione Educazione e Scuola Giovanni Sedioli del Comune di Bologna, Regione Emilia-Romagna, MiBAC – Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Fondazione Del Monte di Bologna e Ravenna, Fondazione Cassa di Risparmio di Bologna, con il supporto del programma Creative Europe dell’Unione Europea.