Viaggio in note intorno al mondo al Mercato Sonato

01 ottobre 2018

È partita con una due-giorni di festa la terza stagione del Mercato Sonato. Si è così ufficialmente riaperto il sipario sull’ex mercato rionale di Bologna che l’Orchestra Senzaspine, in collaborazione con il Comune ed il Quartiere San Donato-San Vitale, ha trasformato in un teatro urbano dedicato alla musica, con una programmazione interculturale.

Il terzo ‘viaggio in note intorno al mondo’ sarà all’insegna dello scambio tra arti e generi musicali, con una grande attenzione anche al cinema e ai diritti umani, e un impegno speciale rivolto ai bambini e al Quartiere, “perché il Mercato possa essere – sottolinea il presidente dell’Associazione Senzaspine e direttore d’orchestra Tommaso Ussardi – un luogo senza differenze e pregiudizi, dove il linguaggio intellettuale diventa accessibile perché fuso quotidianamente con quello più popolare. Da qui nasce una programmazione al limite dell’immaginabile, che da un giorno all’altro passa dal Requiem di Mozart al Piotta, da Gabriela Mendez al festival Ska”.

Si parte dalla musica classica. Tanto agli appassionati che ai neofiti, è dedicata infatti, oltre alla serie di prove aperte dell’orchestra under 35, Classica da Mercato, la rassegna dei mercoledì sera dedicata alla divulgazione della musica sinfonica e da camera, alla lirica e ai nuovi talenti classici.  In programma i Senzaspine in formazione variabile, a partire dall’appuntamento, il 10 ottobre con l’anteprima di alcuni brani estratti da Il Barbiere di Siviglia che debutterà il 12, 13 e 14 ottobre al Teatro Duse di Bologna, con la direzione del M°Ussardi e per la regia di Giovanni Dispenza. Accanto ai tanti appuntamenti coi Senzaspine, nella sezione classica figurano anche una serie di concerti realizzati in collaborazione con Musica con le Ali di Milano, grazie alla quale sbarcheranno a Bologna molti giovani talenti italiani. Si comincia il 3 ottobre con Gaia Trionfera e Beniamino Iozzelli che rispettivamente al violino e al pianoforte suoneranno brani di Chopin, Ravel e Messiaen, mentre Lavinia Bertulli il 17 ottobre interpreterà al pianoforte brani di Beethoven, Scriabin e Schumann; seguirà il 7 novembre Margherita Santi, ancora al pianoforte, e poi Ferdinando Trematore al violino, Bianca Fiorito al flauto e Beatrice Rana al violoncello il 28 novembre; il 12 dicembre toccherà a Ferdinando Trematore al violino e Angela Trematore al pianoforte e ancora al pianoforte sederà, il 19 dicembre, Costanza Principe.

Dalla collaborazione con Gentle Freak Bros nasce invece un cartellone di concerti e serate dal respiro internazionale, all’insegna della contaminazione tra i generi e le diverse anime della musica, dallo Ska al Soul, dalla musica balcanica al funk, fino all’elettronica, in un viaggio dall’Iran al Brasile, da Cuba al Mediterraneo. Gentle Freak Bros curerà infatti tutta la programmazione artistica dei live e dj-set del venerdì e sabato sera. Sabato 6 ottobre torna Electropical, la festa che porta a Bologna gruppi e dj dal Sud America e dintorni, che quest’anno vedrà sul palco il quartetto cubano/iraniano Ariwo seguito dal Dj Set di Caio Foglieni. Tra gli altri protagonisti del cartellone l’artista spagnolo Tonino Carotone, artista internazionale di culto, già disco d’oro con l’album ‘Mondo difficile’, in scena il 13 ottobre, e poi a novembre la cantautrice capoverdiana Gabriela Mendez che si esibisce per la prima volta in Italia, e il rapper romano Piotta.

L’altra metà del cuore del Mercato Sonato batte sul fronte della formazione. “Il Mercato Sonato è il luogo in cui si concretizza al meglio la nostra missione di portare la musica classica in modo semplice a tutti, a cominciare dai bambini – spiega infatti Matteo Parmeggiani, vicepresidente dell’Associazione Senzaspine e direttore d’orchestra – per questo siamo particolarmente orgogliosi del successo della nostra Scuola di musica“. Accanto ai musicisti Senzaspine, impegnati in prima persona in veste di insegnanti, il Mercato Sonato si avvale di diverse collaborazioni, tra cui quella con Musicaper, prevedendo anche borse di studio per i bambini provenienti dalle famiglie più in difficoltà. Riprenderanno perciò gli appuntamenti con il Coro degli stonati, i percorsi di ascolto e alfabetizzazione musicale e le lezioni/concerto condotti da Tommaso Ussardi e Matteo Parmeggiani, mentre ai più piccoli è dedicata la Scuola di Musica Senzaspine dove alle lezioni di violino, violoncello, flauto, clarinetto, tromba e corno, si sono aggiunte classi di pianoforte, chitarra, percussioni ed un corso di propedeutica per i piccolissimi. Riprendono, infine, le lezioni per il Coro di Voci Bianche diretto da Daniela Preziuso.

In programma anche diversi appuntamenti col cinema. L’associazione non-profit Human Rights Nights porterà infatti al Mercato Sonato un ciclo di proiezioni cinematografiche al ritmo di due domeniche al mese, dedicate al tema della difesa dei diritti umani e del dialogo multiculturale mentre. E tra le altre attività spiccano i tanti laboratori: quelli di sartoria a cura di RE e Lac Scatola e quelli di serigrafia condotti da Area M, le domeniche del MercatodiTUTTI e gli appuntamenti del MercatoDAVVERO con i mercatini di artigianato, vintage, second hand e prodotti bio; dal partenariato con Witness Journal nasceranno invece  corsi e workshop di fotografia che esploreranno il rapporto delle comunità del quartiere con i luoghi e gli spazi della città.

Mercato Sonato è un progetto di Associazione Senzaspine, con il sostegno di Ministero dei Beni e delle Attività culturali, Regione Emilia-Romagna, Comune di Bologna, Quartiere San Donato-San Vitale, ARCI Bologna, Fondazione Del Monte di Bologna e Ravenna, Fondazione Cassa di Risparmio di Bologna, Fondazione Cassa di Risparmio di Ravenna.