E' bal. Palcoscenici romagnoli per la danza contemporanea

E’ bal in dialetto romagnolo significa il ballo, parola che occupa, oggi come ieri, un posto importante nel vocabolario di uno dei territori artisticamente più fertili d’Italia, dove ballare, oggi come ieri, è pratica vitale. Nasce dall’esigenza di dare spazio a questa vitalità la prima edizione della rassegna E’ BAL – palcoscenici romagnoli per la danza contemporanea, un progetto sostenuto da ATER – Circuito Regionale Multidisciplinare dell’Emilia Romagna e condiviso da L’arboreto – Teatro Dimora di Mondaino, Comune di Rimini, Santarcangelo dei Teatri, Teatro del Drago, Cronopios / Teatro Petrella di Longiano, Città di Cattolica – Assessorato alla Cultura – Ufficio Cinema-Teatro, Comune di Savignano sul Rubicone.

Il cartellone di E’ BAL raccoglie il meglio della danza contemporanea prodotta in Italia e si sviluppa dal 24 novembre 2018 al 4 maggio 2019 in 9 teatri del territorio romagnolo di ben 8 diversi comuni, per un totale di 23 appuntamenti, che includono 17 spettacoli, una masterclass con Raffaella Giordano e 5 residenze di creazione, oltre a un progetto coordinato dal collettivo c_a_p, attivo nella diffusione della cultura della danza contemporanea, che si articola in masterclass, incontri con artisti, lezioni di storia della danza e percorsi di visione, tra Rimini e Santarcangelo.

Ulteriori informazioni sui siti web dei partner del progetto.

Nicola Galli concept, coreografia e azione - per bambine e bambini dai 6 anni
di e con Luna Cenere e altri danzatori in via di definizione - Körper Compagnia
di Alice Ruggero, Tommaso Ruggero - anteprima - per bambine e bambini dai 5 anni
progetto coreografico di e con Francesca Penzo, Tamar Grosz - voce narrante, Barbara Granato - consulenza artistica di Matan Zamir - produzione Fattoria Vittadini e START–Interno 5
creato e messo in scena da Moreno Solinas e Igor Urzelai - produzione Igor & Moreno e The Place, in collaborazione con TIR Danza
concept coreografico e regia di Claudia Sorace - con Annamaria Ajmone, Sara Leghissa - drammaturgia e suono di Riccardo Fazi - produzione Muta Imago
ideazione di Daniele Albanese - con Daniele Albanese e Eva Karczag - ricerca e creazione di materiale coreografico Daniele Albanese, Eva Karczag - disegno luci di Fabio Sajiz - musica originale di Luca Nasciuti - Compagnia Stalker_Daniele Albanese, Nanou Associazione Culturale
danza di e con Cristina Kristal Rizzo - ispirato alla Morte del Cigno di Saint-Saens/Ana Pavlova
KUDOKU - coreografia di Daniele Ninnarello - a seguire: PRIMITIVA - coreografie/danza Manfredi Perego - con: Dan Kinzelman, sax tenore, percussioni, elettronica - produzione TIR Danza
solo danzato di Raffaella Giordano - produzione Sosta Palmizi
danza di Annamaria Ajmone - con Annamaria Ajmone, Marta Capaccioli, Lucrezia Palandri - produzione Cab 008, con Teatro Metastasio di Prato
di Masako Matsushita con Olimpia Fortuni, Roberta Racis, Giulia Torri - coreografia di Masako Matsushita - Mugen Yahiro, musicista e direzione sonora - Liran Donin, composizione elettronica - Nanou Associazione Culturale e Associazione Sosta Palmizi

Ricerca

Cosa
Quando